Traduttore

it Italian en English fr French de German es Spanish

 

 

 

 

 

Proprietà:

PRANAVIS è un valido supporto alimentare in tutte quelle situazioni in cui sia necessario attivare le possibilità di “recupero” energetico degli organi dell’area toracica, come il cuore ed i polmoni.
Sarà pertanto utile nelle difficoltà respiratorie di qualunque tipo; in particolare lo scopo è quello di enfatizzare la forza vitale correlata all’elemento aria ed alla circolazione del sangue, qui simboleggiata da una foglia di edera, erba di eccezionali capacità di sopravvivenza.
PRANAVIS è connesso al centro energetico della regione cardiaca, vibrante alla frequenza del verde (il colore della guarigione e dell’armonia) e responsabile dell’integrazione emotiva fra il corpo fisico ed i centri energetici superiori.

Complessivamente PRANAVIS costituisce una preziosa integrazione alimentare quotidiana nei soggetti che presentino:
ALLERGIE (eventualmente in associazione con
Normosal)
ASMA (con Normosal)
ANEMIA, ASTENIA (con Normosal)
BRONCHITE
POLMONITE
RINITE, RINOSINUSITE, (con Cosmoton)
VACCINAZIONE-PROFILASSI (con Cosmoton)

TOSSE CON CATARRO

Manifestazioni acute, croniche o ricorrenti

Composizione:

ACQUA BIDISTILLATA
CONCENTRATO DI MELA
FRUTTOSIO F.U.
EDERA (Glechoma hederacea foglie), estratto fluido
PIANTAGGINE (Plantago major parti aeree), estratto fluido
MAGNESIO aspartato (0,1 grammi = 33,33% RDA)
PROPOLI (Propolis), estratto fluido
MELALEUCA (Melaleuca alternifolia), estratto fluido
ROSA CANINA (Rosa canina frutti), estratto fluido
VITE ROSSA (Vitis vinifera foglie), estratto fluido

Dose raccomandata:

La dose giornaliera in linea di massima è di 1 goccia pro/kg da 1 a 3 volte al dì pure o diluite in acqua a seconda dell'età e del disturbo da trattare.

Formato:

Flacone da 60 ml.

Codice:

904380058

CARATTERISTICHE DEI SINGOLI COMPONENTI
EDERA TERRESTRE (Glechoma hederacea)
L’Edera, la pianta che “abbraccia”, è considerata simbolo d’amore sin dai tempi più antichi, e per alcuni popoli rappresentava addirittura l’immortalità.
Tradizionalmente le foglie di questa pianta entrano a far parte della medicina popolare come rimedio antitosse.
Oggi i riscontri scientifici confermano ed ampliano l’azione precipua dell’Edera sull’apparato respiratorio.
In particolare i maggiori costituenti chimici sono flavonoidi, saponine triterpeniche e poliacetileni. Le saponine sono responsabili dell’attività espettorante perché fluidificano la secrezione catarrale.
E’ stata verificata sperimentalmente nel 1997 (Trute) l’azione spasmolitica dell’estratto di Edera, paragonata a quella della papaverina, correlata alle saponine alfa-ederina ed ederagenina, ma anche ai derivati fenolici come quercitina e kampferolo.
Un recentissimo studio ha inoltre confermato le già note proprietà antimicrobiche dell’alfa-ederina.
PIANTAGGINE (Plantago Major)
L’azione principale della Piantaggine si esplica sulle mucose respiratorie, grazie all’effetto combinato di mucillagini e tannini che presentano spiccato effetto antinfiammatorio.
Essa interviene in particolare sulla secchezza e sull’ipersensibilità delle mucose, agendo dolcemente sull’irritazione e ripristinando così gradualmente una normale funzionalità respiratoria.
L’accertata attività antistaminica della Piantaggine ne fa inoltre una pianta ad azione antiallergica fra le più attive.
PROPOLI (Propolis)
E’ composta da resine e balsami, cere, olio essenziale, sostanze organiche e minerali.
I principi attivi più studiati sono i flavonoidi (galangina, apigenina, quercetina, crisina e pinocembrina), acidi aromatici (caffeico, ferulico, benzoico, cinnamico), Sali minerali e numerosissimi oligoelementi.
Vari studi, sia in vitro che in vivo, hanno evidenziato spiccate attività antibatteriche, anche a dosi molto basse, nei confronti di batteri gram-positivi e gramnegativi, ma soprattutto in vari ceppi di stafilo- e streptococchi.
La Propoli presenta inoltre documentata attività stimolante l’attività fagocitaria dei macrofagi, mentre inibisce la crescita di diverse specie di funghi e lieviti, come la candida albicans, microsporum canis e trichophyton.
Diversi studi hanno svelato un’importante attività antivirale, nei confronti dei virus influenzali a e b, parainfluenzali e virus respiratorio sinciziale.
Le proprietà antinfiammatorie ed antiossidanti della Propoli sono attribuite ai flavonoidi, che presentano inoltre attività antisecretoria, antispasmodica, immunostimolante, cicatrizzante ed anestetica locale.
TEA-TREE (Melaleuca alternifolia)
Le foglie di questa pianta, che cresce spontanea solo in Australia, contengono circa l’1,8 % di un prezioso olio essenziale, noto per le sue proprietà antimicrobiche e ormai largamente utilizzato come antisettico per via topica in numerose affezioni.
Le proprietà medicinali delle foglie spremute del cosiddetto albero del tè erano già note agli aborigeni Bundjalung, mentre i primi riscontri sperimentali si rinvengono sul “Medical Journal of Australia” del 1930.
Sebbene formato da oltre 48 componenti, l’olio è costituito principalmente da: 1-terpinen-4-olo; 1,8-cineolo; gamma-terpinene; p-cimene.
Fra i numerosi microrganismi inibiti dall’olio di Melaleuca Alternifolia ritroviamo ad esempio: Bacillus subtilis, Bacterioides fragilis, Candida albicans, Clostridium perfingens, Escherichia coli, Enterococcus fecalis, Serratia marcescens, Staphylococcus aureus ecc.
MAGNESIO (aspartato)
Il Magnesio è responsabile del metabolismo del calcio, a sua volta fondamentale per il corretto funzionamento del cuore e dell’apparato circolatorio. Esso inoltre direttamente favorisce il rilassamento delle pareti arteriose e della muscolatura liscia come quella bronchiale, da cui il suo utilizzo, oltre che nelle patologie cardio-circolatorie, anche nell’asma e nelle broncopneumopatie croniche.
In uno studio del 1991 è stato utilizzato con successo rispetto al placebo del gruppo di controllo nella sindrome da stanchezza cronica, confermando la sua azione energizzante.
La carenza di tale elemento è attualmente assai più frequente e misconosciuta che in passato, in quanto i processi di raffinazione e di cottura riducono drasticamente il contenuto in Magnesio dei cibi.
Studi sul suo assorbimento indicano che esso viene maggiormente assorbito per via orale se chelato negli intermedi del ciclo di Krebs come l’aspartato.
ROSA CANINA (Rosa canina)
La Rosa canina o rosa selvatica, viene ritenuta la fonte più importante di vitamina C del mondo vegetale.
Il vantaggio dell’estratto di questa pianta rispetto alla vitamina C allo stato puro, è nella biodisponibilità anche dei carotenoidi e dei flavonoidi, che in sinergia con l’acido ascorbico potenziano grandemente l’azione antiossidante nell’organismo.
Una adeguata assunzione di acido ascorbico è necessaria al funzionamento del sistema immunitario e di un’ampia gamma di funzioni biologiche, fra cui quella di aumentare in modo rilevante l’assorbimento del ferro non emico.
VITE (Vitis vinifera)
La Vite, al contrario del vino, suo derivato noto sin dall’antichità, è entrata di recente a far parte del prontuario fitoterapico, grazie alla sperimentazione sulle componenti chimiche come tannini, antociani, flavonoidi, procianidine (OPC), resveratrolo, acidi grassi polinsaturi, Sali minerali, vitamine ecc.Le procianidine sono molecole flavaniche dimostratesi dotate di attività antiossidante, anti-radicali liberi ed endotelio-protettrice.
Alcuni studi clinici hanno confermato la loro efficacia nei disturbi della circolazione venosa e sperimentalmente sono state in grado di ridurre i danni al miocardio da ischemia e di aumentare le HDL plasmatiche.
Il resveratrolo si è invece dimostrato una sostanza fortemente antiossidante dotato anche di attività antinfiammatoria in quanto inibisce le cicloossigenasi.

Sede Operativa: Via Don G.Zonta, 11 - 36030 Zugliano (VI)

Tel. 0445.366998

Copyright © 2014 Tutti i diritti riservati